Erika Montedoro | Guida turistica

Geometrie d'artista

03.12.20 11:29 AM Comment(s) By e.montedoro

Solidi geometrici e superfici colorate animano le sale del [MAP] Museo Arte Plastica di Castiglione Olona. La collezione, nata dal progetto Polimero Arte, è frutto di un laboratorio di ricerca promosso dalla ditta Mazzucchelli tra il 1969 e il 1973. Una felice stagione d’incontro tra estetica e tecnologia che coinvolse numerosi artisti italiani e stranieri, liberi di sperimentare con le nuove materie plastiche di produzione industriale. I pezzi, allestiti nello storico edificio della Corte del Doro, dialogano oggi con l’architettura gotica e i suoi affreschi, in un gioco di rimandi e contrasti. In foto la coloratissima Scacchiera di Peter Gogel in sicoglas (1971).

Proseguendo la visita nel cuore del borgo, si possono ammirare Palazzo Branda Castiglioni e la chiesa del Santissimo Corpo di Cristo. Quest’ultima, nota come “chiesa di villa”, è il primo esempio di architettura rinascimentale in terra varesina. Al suo interno, le nervature in pietra grigia evidenziano la struttura geometrica portante e accompagnano l’occhio dal quadrato di base fino alla cupola emisferica. Siamo in Lombardia ma il modello è tutto fiorentino e viene dalla Sacrestia Vecchia di san Lorenzo, disegno di Filippo Brunelleschi.

Il percorso continua in salita verso il complesso della Collegiata. Chiesa e battistero ospitano pregevoli affreschi di Masolino da Panicale e bottega, che offrono un bel campionario di architetture dipinte. Qui l’uso sapiente della prospettiva crea spazi d'illusione, che abbattono la bidimensionalità delle pareti e spingono lo sguardo in lontananza. In fondo cos’è la prospettiva, se non la tecnica geometrica al servizio dell’arte? Che cosa può esserci di più concreto di un disegno tecnico? Eppure a catturarci è il senso d’illusione che ci proietta in uno spazio immaginario!


© Riproduzione Riservata

Indietro
Share -